Verso lo sciopero del 25 Luglio (6)

PRESSIONI COMMERCIALI: CHI DOVREBBE VENDERE???

Con lo svuotamento delle Agenzie, ci si sarebbe attesa una maggiore elasticità rispetto ad obbiettivi che diventano davvero sempre più difficili da raggiungere con organici ridotti al lumicino.

Invece è addirittura aumentato il numero dei colleghi che hanno come unico scopo quello di premere sulla rete perché raggiunga obbiettivi sempre più stratosferici.

I toni usati sono al limite del vilipendio, ed è solo una piccola consolazione quando qualcuno degli stamburatori si trova a sua volta “sollecitato” in modo poco ortodosso dai suoi ex colleghi, e viceversa un po’ di amarezza quando un collega che soffriva insieme a noi la pressione insostenibile, diventa uno dei più zelanti sollecitatori.

TUTTE LE PRESSIONI CHE ABBIAMO ESERCITATO COME SINDACATO SI SONO FINORA DIMOSTRATE INUTILI.

UN’AMPIA ADESIONE ALLO SCIOPERO SAREBBE UN IMPORTANTE SEGNALE CHE SI SONO VERAMENTE PASSATI TUTTI I LIMITI.

DOBBIAMO PASSARE DALLA PROTESTA ISOLATA, DAL MALESSERE FISICO E PSICHICO VISSUTO IN SOLITUDINE ALLA MOBILITAZIONE DI TUTTI, CONTRO UNA POLITICA ASSURDA DEL RISULTATO AD OGNI COSTO.

Download PDF
Con le parole chiave , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati