MENO 16 COLLEGHI AL 31 DICEMBRE

In una situazione dell’organico che è già insostenibile oggi, dobbiamo attenderci un ulteriore peggioramento di qui a fine anno.

Sono infatti previste sedici uscite, tra fondo e pensionamenti entro il 31 dicembre di quest’anno.

Il recupero all’operativo di una parte della task force oggi impegnata per l’adeguata verifica, non corregge che molto parzialmente il pesante taglio degli organici, e neppure qualche consolidamento che forse avremo tra i tempi determinati potrà risolvere il problema, in quanto  i T.D. da tempo ricoprono posizioni lavorative altrimenti vacanti.

CI CHIEDIAMO COME POTREMO AFFRONTARE DECENTEMENTE I NORMALI IMPEGNI DI LAVORO CHE CI ASPETTANO NEL NUOVO ANNO.

FINORA LA RICETTA DELL’AZIENDA E’ STATA QUELLA DI TAGLIARE IL PERSONALE SENZA CRITERI APPARENTI, PRETENDENDO POI DAI SUPERSTITI PRESTAZIONI LAVORATIVE SEMPRE PIU’ GRAVOSE.

E’ chiaro che non possiamo accettare ulteriori tagli agli organici, quando ormai, soprattutto tra i gestori, MA IN GENERALE IN QUASI TUTTE LE POSIZIONI DI TUTTE LE FILIALI ED IN MOLTI UFFICI, il carico di lavoro ha superato tutti i limiti di tollerabilità.

SU QUESTO PROBLEMA, SE NON ARRIVERANNO RISPOSTE ACCETTABILI, SIAMO PRONTI AD ARRIVARE A NUOVE MOBILITAZIONI, CI AUGURIAMO IN ACCORDO ANCHE CON GLI ALTRI SINDACATI.

E INTANTO LE PRESSIONI COMMERCIALI NON SOLO NON DIMINUISCONO, MA ANZI SONO SEMPRE PIU’ PESANTI.

A QUESTO PROPOSITO INFORMIAMO I COLLEGHI, PER LE OPPORTUNE RIFLESSIONI, CHE LA GUARDIA DI FINANZA, DOPO MESI DI INTERCETTAZIONI, E PARE SU INDICAZIONE DI UN SINDACATO, HA DENUNCIATO PER MALTRATTAMENTI  QUATTRO DIRIGENTI DI UN CALL CENTER SPEZZINO PER «comportamenti non conformi ai normali rapporti di impiego tra datore di lavoro e lavoratori» IN QUANTO “le operatrici, quando non raggiungevano l’obiettivo, sarebbero state sottoposte a invettive, pesantissime offese, pratiche lesive della dignità personale”

Download PDF
Con le parole chiave , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati