ORGANICI: I CONTI NON TORNANO

Continua in modo sistematico lo svuotamento della prima linea della Rete, ma i conti non tornano in modo allarmante.

Ai tagli agli organici ottenuti con la costituzione delle nuove agenzie fai da te, soprattutto dove coincidono con fusioni tra filiali, come ad Aulla o tra l’agenzia H e T, si aggiungono quelli legati alla costituzione dei Poli affari, che rimangono comunque oggetti misteriosi e piuttosto complicati, valutabili in una dozzina di colleghi gestori affari per ora non collocati definitivamente ed  infine anche i 15 che l’Azienda dichiara di poter recuperare con le tre chiusure e la dozzina di riduzione a recapiti.

Il conto dei tagli totali si avvicina così ad una quarantina di posti in organico in meno.

A fronte di questi tagli abbiamo le 15 uscite, tra aprile ed ottobre, verso il Fondo esuberi e forse una mezza dozzina di pensionamenti anticipati, ma le circa 5 assunzioni previste dall’accordo sul fondo riducono la sforbiciata totale a non più di 15 risorse in meno.

DOMANDA LOGICA ED INDISCRETA: DOVE COLLOCHERANNO I CIRCA 25 COLLEGHI CHE “AVANZANO”?

Dall’Azienda non arriva alcuna risposta, soprattutto non  arriva notizia di rafforzamenti di organici di filiali o di Gruppi di manovra, che pure sarebbero indispensabili.

Nei prossimi giorni proporremo di attivare la procedura per richiedere l’incontro semestrale sugli organici previsto dal CCNL, ma non siamo affatto certi di poter ottenere risposte esaustive in quella sede.

L’impressione che abbiamo è che nella  migliore delle  ipotesi l’Azienda abbia qualche progetto che non vuole per ora comunicare, e nella peggiore che in realtà si navighi a vista.

Download PDF
Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati