Trasferimenti e Progetto Liguria

TRASFERIMENTI: CHIEDIAMO TRASPARENZA E RISPETTO PER I COLLEGHI

Come già sottolineato in precedenti comunicati, UNISIN FALCRI SILCEA chiede con forza una svolta nelle modalità dei trasferimenti disposti dall’Azienda.

NESSUNO VUOLE NEGARE IL DIRITTO DELL’AZIENDA DI DISPORRE TRASFERIMENTI, OVE LO RITENGA NECESSARIO, MA NIENTE IMPEDISCE CHE IL TRASFERIMENTO STESSO VENGA COMUNICATO AL COLLEGA CON UN CONGRUO ANTICIPO E SOPRATTUTTO PRIMA DELLA DEFINITIVA FORMALIZZAZIONE, PER CONSENTIRGLI DI FAR PRESENTE EVENTUALI NECESSITA’ PERSONALI E FAMILIARI.

E’ ACCADUTO COSI’ PER DECENNI E NON CI PARE CHE LA CASSA NE ABBIA RICEVUTO PARTICOLARI DANNI.  

ORA, CON LE NOVITA’ PREVISTE DALLA CHIUSURA DI ALCUNE AGENZIE E CON IL PROGETTO LIGURIA, SI PRODURRANNO NECESSARIAMENTE ALTRI TRASFERIMENTI. CI ATTENDIAMO CHE L’AZIENDA EVITI DI COMUNICARE IL VENERDI’ POMERIGGIO I TRASFERIMENTI PREVISTI PER IL SUCCESSIVO LUNEDI’.

MIGLIOREREBBE CERTO DI MOLTO IL CLIMA AZIENDALE, PIU’ DI TANTE ALTRE INIZIATIVE, SE IL COLLEGA NON SI SENTISSE TRATTATO COME UN PACCO POSTALE.

LE PROPOSTE DI UNISIN FALCRI SILCEA PER I COLLEGHI DELLA LIGURIA

Nel corso degli incontri sulle tutele da garantire ai colleghi che  attualmente sono dipendenti di Cariparma nelle filiali della Liguria, UNISIN FALCRI SILICEA  ha messo a punto una proposta da presentare al Gruppo.
Riteniamo che sia corretto chiedere per tali colleghi gli stessi diritti e le stesse tutele che oggi  sono applicate ai dipendenti di Carispezia, in particolare:

  • L’applicazione degli stessi criteri per i percorsi di carriera ossia: Diritto per i gestori di diverso livello a maturare tutti e tre i gradini del percorso di carriera, qualunque sia l’organico delle agenzie dove operano.
    Diritto per i colleghi che lavorano nei centri imprese e private a ottenere gli stessi passaggi di livello che sono previsti per i colleghi di Carispezia.
    Automatismi fino a A3 L3 per i colleghi assunti prima del 2008 nelle diverse banche poi confluite in Cariparma.
  • Per i trasferimenti di iniziativa dell’azienda chiederemo un limite a 30 km fino al 31 dicembre 2015 e poi l’applicazione dei limiti previsti per Carispezia.
  • Infine riteniamo necessario prevedere la possibilità, a fronte di particolari necessità, di rimanere in organico a Cariparma.

Attendiamo nei prossimi incontri una risposta dell’Azienda e, come al solito, vi terremo informati sugli sviluppi della trattativa.

Download PDF
Con le parole chiave , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati