Ancora un rinvio.

DOPO AVER A LUNGO RINVIATO LA DATA DELL’ INCONTRO, OGGI CHE FINALMENTE QUESTO INCONTRO SI E’ TENUTO, A DISTANZA DI PIU’ DI UN MESE DALLA RICHIESTA DELLA FALCRI, L’AZIENDA HA RINVIATO OGNI DECISIONE AD UN TEMPO TUTTO DA DEFINIRE.
INTANTO I COLLEGHI SONO SEMPRE PIU’ SOTTO PRESSIONE, ANCHE DI FRONTE AI MOLTI ONEROSI PROGETTI CHE L’AZIENDA PORTA AVANTI IN QUESTI MESI, E NON POSSONO CERTO ASPETTARE ANCORA PER MOLTO.

Nel corso dell’incontro il nostro sindacato ha ribadito quanto va dicendo ormai da tempo, e cioè che l’uscita di 16 colleghi e la mancata riconferma di altri due TD, ha stressato ulteriormente una situazione che era già al limite del collasso.

L’ apertura già avvenuta di due filiali senza cassiere (agenzie Per Te), e quella prevista di altre 4 entro l’anno e il progetto Liguria che porterà all’integrazione di 16 nuove agenzie nella nostra Cassa, stanno incrementando il carico di lavoro e di tensione tra i colleghi.

Noi riteniamo che anche a lungo termine il carico di lavoro complessivo nelle agenzie Per Te sarà pari o maggiore di quello attuale, mentre l’Azienda ritiene di poter risparmiare qualche risorsa in ogni agenzia coinvolta.
Ma almeno su una cosa concordiamo, sindacato ed azienda, che sul breve termine il lavoro sarà più pesante e faticoso e necessiterà di persone in più, tipo task force.

OGGI INFATTI I CARICHI DI LAVORO NELLE AGENZIE PER TE APPENA APERTE SI SONO NOTEVOLMENTE AGGRAVATI, E RIMARRANNO PESANTISSIMI PER ALMENO DIVERSI MESI, E SE SI AGGIUNGE L’ASSORBIMENTO DI 153 COLLEGHI E 16 AGENZIE SPARSE FINO A VENTIMIGLIA, TUTTO QUESTO COMPORTERA’, ALMENO DI QUI A FINE ANNO, LA NECESSITA’DI UN’ECCEZIONALE IMPIEGO DI RISORSE UMANE.

QUINDI, DOVREBBE ESSERE LOGICA CONSEGUENZA, CHE IN PROGETTI CHE RICHIEDONO TANTO IMPEGNO, L’AZIENDA ASSUMESSE UN NUMERO ADEGUATO DI COLLEGHI, SE NON ALTRO A TEMPO DETERMINATO, E MAGARI SI DECIDESSE A STABILIZZARE QUELLI CHE SONO ANCORA NEL LIMBO DEL TEMPO DETERMINATO.

INVECE, NO, ANCORA NESSUNA DECISIONE SU EVENTUALI ASSUNZIONI E/O STABILIZZAZIONI.

NELLE PROSSIME SETTIMANE CONVOCHEREMO LE ASSEMBLEE PER DISCUTERE E VOTARE LA PIATTAFORMA PER IL PROSSIMO CONTRATTO NAZIONALE.

IN QUELLA SEDE, SE DALL’AZIENDA NON SARANNO GIUNTE RISPOSTE ADEGUATE PER AFFRONTARE I PRESENTI ED I FUTURI CARICHI DI LAVORO, CHIEDEREMO AI COLLEGHI IL MANDATO PER APRIRE UNA NUOVA FASE DI MOBILITAZIONE.

Download PDF
Con le parole chiave , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati