ANTIRICICLAGGIO = RISCHIO ALTISSIMO PER I COLLEGHI

La normativa sull’antiriclaggio inviata dall’Azienda è enorme (CENTINAIA DI PAGINE), poco comprensibile, ridondante, di fatto quasi illeggibile.

Il corso on line messo a disposizione è, se possbile, ancora meno comprensibile, e sembra orientato piuttosto ad un corso universitario, invece che a lavoratori chiamati ogni giorno a decidere in pochi secondi se e come applicare le norme sull’antiriciclaggio alle operazione che hanno davanti.

Il risultato è che moltissimi colleghi i quali sono chiamati ad applicare norme che, se disapplicate o anche solo applicate male, possono avere ricadute non solo disciplinari, ma anche giudiziali, NON HANNO IN REALTA’ UN’IDEA PRECISA DI QUALI DOVREBBERO ESSERE I LORO CORRETTI COMPORTAMENTI.

LA CONSEGUENZA E’ CHE BASTA UN’ ISPEZIONE APPENA UN PO’ PIU’ APPROFONDITA PER ORIGINARE PROCEDIMENTI DISCIPLINARI PLURIMI.

E IN AGENZIA NON PUO’ CONSIDERARSI ESENTE NESSUNO DAGLI OBBLIGHI IMPOSTI DALL’ANTIRICLAGGIO, A PARTIRE DAI CASSIERI E FINO AI DIRETTORI, PASSANDO PER I ROP ED I GESTORI, IN PARTICOLARE NELLE AGENZIE PER TE O CHE COMUNQUE HANNO SPORTELLI ATM EVOLUTI.

UNISIN FALCRI SILCEA CHIEDE, CON UN’URGENZA NON PIU’ DILAZIONABILE, CHE SI METTANO IN GRADO TUTTI I COLLEGHI DI CONOSCERE ESATTAMENTE QUALI SONO I LORO OBBLIGHI IN MATERIA DI ANTIRICICLAGGIO.
 

IN UNA LETTERA INVIATA ALLA DIREZIONE ABBIAMO CHIESTO ESSENZIALMENTE DUE COSE:

  1. UN MANUALETTO RIASSUNTIVO, MOLTO BREVE E MOLTO PRATICO, IN CUI SI INDICHINO CON CHIAREZZA I PRINCIPALI OBBLIGHI PER CHI OPERA IN FILIALE, CON UN CHIARO RIASSUNTO DEI CASI E DEI LIMITI OLTRE I QUALI L’OPERAZIONE DIVIENE SOSPETTA E DA SEGNALARE.
  2. CORSI IN AULA, E SOTTOLINEIAMO IN AULA, DA FAR FARE A TUTTI GLI INTERESSATI, PERCHE’ I CORSI ON LINE SONO ASSOLUTAMENTE INUTILI, IN CONSIDERAZIONE DELLE CONDIZIONI IN CUI VENGONO SVOLTI, CON IL PUBBLICO DAVANTI E SENZA LA POSSIBILITÀ’ DI CONCENTRARSI SU MATERIE COSI’ DELICATE.

SICCOME L’AZIENDA HA L’OBBLIGO NORMATIVO DI FORMARE ADEGUATAMENTE I PROPRI DIPENDENTI SULLE NORME ANTIRICICLAGGIO, SALVO CONDIVIDERNE ANCHE LEGALMENTE LE RESPONSABILITA’, CI ASPETTIAMO CHE IL NOSTRO NON SIA IL CLASSICO “GRIDO NEL DESERTO” IGNORATO COME DI SOLITO TUTTO QUELLO CHE VIENE RICHIESTO DAL SINDACATO.

…E CI ASPETTIAMO ANALOGA SENSIBILITÀ’ ANCHE DAGLI ALTRI SINDACATI, CONSIDERATO CHE ALMENO SU QUESTO NON DOVREBBERO ESSERCI OPINIONI DIVERSE.

 

Download PDF
Con le parole chiave , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati