… E ADESSO CHE FARANNO ???

 

Alcuni sindacati (OLTRE AL NOSTRO OVVIAMENTE) avevano espresso (finalmente!!!) il forte disagio di moltissimi colleghi, costretti a lavorare  in condizioni sempre più stressanti, stretti tra l’incudine di organici sempre più ridotti ed il martello di pressioni commerciali ormai ossessive.

 

L’incontro con l’Azienda del 1° Agosto oggettivamente non ha dato risposte convincenti su nessuno degli argomenti posti da tutti i sindacati:

  • A fronte dell’uscita di 16 colleghi entro dicembre ed alla scadenza degli 11 tempi determinati, anch’essi nei prossimi mesi, l’Azienda HA OFFERTO L’ ASSUNZIONE DI NUMERO 3 (ripetiamo TRE) INTERINALI PER 3 MESI  (ripetiamo TRE MESI) a fronte di decine di situazioni che sono già critiche oggi e che non potranno che peggiorare con le nuove uscite.
  • Non abbiamo ottenuto nessun impegno per la stabilizzazione dei (pochi) tempi determinati.
  • Due assunzioni (in un caso è la sostituzione di un dimissionario) che comunque sono una ai piani alti, l’altra in un agenzia di recente apertura, certamente non servono a sanare le situazioni più gravi.  

INFATTI L’AZIENDA SOSTIENE CHE SIAMO GLI STESSI DEL GIUGNO DELL’ANNO SCORSO E QUINDI COSA ABBIAMO DA LAMENTARCI?

 PECCATO CHE NEL FRATTEMPO CI SIANO STATO NOTEVOLI TAGLI NELLA RETE ED  IN ALCUNI UFFICI.

IN QUESTI CASI L’IMPRESSIONE CHE ABBIAMO E’ CHE QUESTI COLLEGHI  NON SOLO VENGANO DA UN’ALTRA BANCA, (COME  IN EFFETTI E’), MA ADDIRITTURA DA UN ALTRO PIANETA.

MA NON LO SANNO CHE MOLTE AGENZIE SONO STATE FALCIDIATE, CHE IL GRUPPO DI MANOVRA NON E’ IN GRADO DI COPRIRE NEANCHE LE ASSENZE NELLE AGENZIE PIU’ PICCOLE, CHE LE PRATICHE SI AMMUCCHIANO SULLE SCRIVANIE ED I CLIENTI FORMANO FILE SEMPRE PIU’ LUNGHE ALLE CASSE?

Qualcuno sostiene che non possiamo permetterci nuove assunzioni: ebbene non solo siamo la banca con l’ incremento dell’ utile più alto del Gruppo, ma anche l’intero Gruppo ha comunque portato ai suoi azionisti 160 milioni di utili.

            E se si rischia di scassare il bilancio, è perché i pochi colleghi rimasti  nelle agenzie faticano sempre di più a dare risposte alla clientela in tempi decenti.

ASSUMERE NON E’ UN COSTO, E’ UN INVESTIMENTO

Negative anche le risposte su sicurezza (rimangono gli alert automatici, nonostante i rischi che comportano per i colleghi), su MOSER, che non ci riguarda perché è un argomento di Gruppo, e sulle eccessive pressioni commerciali, che “SAREBBERO CASI ISOLATI”.

 

A NOI SEMBRA INVECE CHE LA POLITICA DI  PERSEGUITARE LETTERALMENTE I COLLEGHI AFFINCHE’ RAGGIUNGANO IL BUDGET, SIA UN INDICAZIONE DI LAVORO  IMPOSTA DAI MASSIMI DIRIGENTI DEL GRUPPO, E CHE  SIANO INVECE POCHE E MERITEVOLI ECCEZIONI I COLLEGHI DEI MASSIMI LIVELLI CHE TRATTANO CON RISPETTO I PROPRI SUBALTERNI.

A QUESTO PUNTO CHE SUCCEDE ?  

 COSA FARANNO I SINDACATI CONFEDERALI CHE PURE AVEVANO SOLLEVATO GIUSTAMENTE I PROBLEMI E CHIESTO L’INCONTRO.
 

Download PDF
Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati