Per i part time…una vera presa in giro!

Avevamo chiesto al tavolo delle trattative l’impegno dell’Azienda ad applicare la lettera e lo spirito dell’accordo del 2 giugno che prevedeva  l’utilizzo del part time come strumento per ridurre il costo del lavoro ed eliminare gli esuberi.

In realtà l’Azienda sta andando nella direzione esattamente opposta, ossia sta riducendo drasticamente il numero dei part time in Carispezia.

I 10 part time, richiesti prima del 30 aprile, e che l’accordo obbliga a concedere, vengono ATTIVATI CON IL CONTAGOCCE, a distanza di molti mesi sia dalla data di richiesta, che dalla data dell’accordo.

In pratica 3 sono stati concessi dal 1° ottobre  e 3 saranno concessi dal 1° novembre.

SE SI TIENE CONTO CHE SONO TUTTI RELATIVI A NEO MAMME, QUESTO SIGNIFICA CHE IN MOLTI CASI I FIGLI HANNO ORMAI SUPERATO I MESI IN CUI MAGGIORMENTE NECESSARIA ERA LA PRESENZA MATERNA.

MA NON BASTA: MENTRE SI DA UN LATO SI APPLICA TARDI E LENTAMENTE L’ACCORDO, DALL’ALTRA SI RESPINGONO UN GRAN NUMERO DI RICHIESTE DI RINNOVO ABBASSANDO COSI’ IN MODO DRASTICO IL NUMERO TOTALE DEI PART TIME IN CARISPEZIA E QUINDI, NEI FATTI, ROVESCIANDO LA LOGICA DELL’ACCORDO 2 GIUGNO !!!

Download PDF
Con le parole chiave , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati