VAP: ISTRUZIONI PER L’USO

Il premio aziendale concordato per Carispezia a livello di Gruppo CARIPARMA è, come è noto, leggermente inferiore a quello dell’anno scorso.

Vi sono comunque alcune novità nell’erogazione che potranno consentire ai colleghi che scelgano di averlo in tutto od in parte sotto forma di rimborso di servizi sociali di usufruire di fatto di una cifra complessivamente maggiore, rispetto al netto che riceverebbero in contanti in busta paga, dove risulterebbe decurtato dalle ritenute fiscali.

Il “piccolo miracolo” della crescita della cifra disponibile si spiega con il regime fiscale di totale esenzione previsto dalla legge qualora il premio venga erogato come servizi sociali.

Inoltre poiché il premio erogato come rimborso di servizi sociali è esentasse e senza contributi previdenziali anche per l’Azienda, questa ha deciso di rinunciare ad una parte della minor spesa a suo carico, incrementando il totale del premio, così detto sociale, di 50 o di 100 euro medi, a seconda delle scelte del dipendente.

PER CONSENTIRE AI COLLEGHI UNA SCELTA RAGIONATA RICORDIAMO CHE:

  • LA QUOTA TOTALE O PARZIALE RICEVUTA IN RIMBORSO SERVIZI NON E’ PENSIONABILE.
  • LA QUOTA VERSATA NEI FONDI PENSIONISTICI VERRA’ SOTTOPOSTA COMUNQUE AD UNA TASSAZIONE, SIA PURE  RIDOTTA, AL MOMENTO DELL’EROGAZIONE, ANTICIPATA O FINALE CHE SIA.

In pratica ogni collega potrà scegliere tra 3 distinte modalità di erogazione del premio:

  1. tutto in contanti e quindi regolarmente ed interamente  tassato,
  2. metà in contanti e metà in rimborso di prestazioni di welfare, tassato solo a metà e incrementato rispetto al premio in contanti di 50 euro medi,
  3. tutto come rimborso di prestazioni di welfare, totalmente esentasse e incrementato di 100 euro medi rispetto al premio in contanti.

PER CHI SCEGLIE DÌ RICEVERE IL 50% O TUTTO IL PREMIO IN SERVIZI DI WELFARE  (OPZIONI 2 E 3) QUALI SONO LE PRESTAZIONI IN WELFARE CHE IL COLLEGA PUO’ AVERE RIMBORSATE?

  1. SANITA’: PUO’ UTILIZZARE UNA QUOTA DEL PREMIO SOCIALE DI SUA SPETTANZA PER FARSI RIMBORSARE  LE QUOTE A SUO CARICO DELL’ASSICURAZIONE SANITARIA AZIENDALE RELATIVE AL 2013,
  2. PREVIDENZA: PUO’ UTILIZZARE UNA QUOTA, O L’INTERA  PARTE  DEL PREMIO SOCIALE DI SUA SPETTANZA PER INCREMENTARE IL VERSAMENTO  AI FONDI PREVIDENZIALI A CUI GIA’ L’AZIENDA CONTRIBUISCE (QUINDI  A TUTTI I FONDI RICONOSCIUTI E NON SOLO A QUELLO CARIPARMA),
  3. FORMAZIONE ED EDCUCAZIONE: PUO’ UTILIZZARE UNA QUOTA, O L’INTERA  PARTE  DEL PREMIO SOCIALE DI SUA SPETTANZA PER FARSI RIMBORSARE  SOLO LE SPESE PER LA FORMAZIONE SOSTENUTE PER I  SUOI FAMILIARI (E NON PER  LUI STESSO) DAL 1 GENNAIO AL 10 DICEMBRE 2013.

Download PDF
Con le parole chiave , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati