PREMIO AZIENDALE: DANNEGGIATI I LAVORATORI DI CARISPEZIA

Al termine di due giornate di confronto la delegazione di Gruppo di Unità Sindacale è orientata a sottoscrivere  l’accordo sull’erogazione del premio aziendale 2013, pagabile ad agosto 2014, sulla base di una valutazione unanime, che, pur tra molte ombre, ritiene complessivamente accettabile l’impianto dell’accordo, che sostanzialmente mantiene per quasi tutto il Gruppo, i valori del premio dell’anno precedente.

Tra gli aspetti non soddisfacenti, ne spicca in particolare uno decisamente negativo e del tutto incomprensibile: il taglio di 50 euro previsto sia sul premio cash che su quello in Welfare solo per i dipendenti di Carispezia.

Vogliamo infatti ricordare che nel 2013 Carispezia:

  • Ha realizzato l’utile netto più alto della sua storia con oltre 14 milioni. Oltre 2 milioni in più rispetto al 2012.
  • Ha retribuito i propri azionisti con un dividendo complessivo 11 milioni e 763 mila euro, oltre 800 mila euro in più rispetto al 2012.
  • Ha tagliato il cost/income dal 69,8% del 2012 al 63,5% del 2013.
  • Ha aumentato il proprio ROE dal 6,3 del 2012 al 7,8 del 2013, di gran lunga il più alto dell’intero Gruppo Cariparma.
  • E’ stata premiata da una nota rivista finanziaria come la migliore banca italiana su 155 della stessa categoria.
  • Unica banca del Gruppo ha raggiunto e superato l’obbiettivo di budget di istituto, ottenendo  così l’erogazione dell’intero sistema incentivante.

La domanda che tutti noi ci poniamo è semplice e spontanea:

MA COSA MAI DOVEVANO FARE DI PIU’ I COLLEGHI DI CARISPEZIA PER, QUANTOMENO, MANTENERE IL PROPRIO PREMIO DELL’ANNO SCORSO ????
Considerato che già lo scorso anno ai colleghi erano stati tagliati altri 50 euro, nonostante la
crescita del 42% dell’utile da 8 a 11 milioni, ed un incremento dei dividendi complessivi distribuiti del 62%, E’ MAI POSSIBILE CHE TUTTI GLI ANNI DOBBIAMO CONTRIBUIRE A DIVIDENDI SEMPRE PIU’ RICCHI DA DISTRIBUIRE AI NOSTRI AZIONISTI, CON SEMPRE NUOVI TAGLI AL NOSTRO MODESTO PREMIO AZIENDALE?

Infine, espresso un doveroso ringraziamento ai colleghi della delegazione di Gruppo di UNISIN FALCRI SILCEA, che fino all’ultimo stanno coerentemente sostenendo l’illogicità dei tagli riservati ai lavoratori di Carispezia, ci chiediamo ancora:

MA COSA HANNO FATTO CONTRO QUESTA PALESE INGIUSTIZIA I COLLEGHI SINDACALISTI DI CARISPEZIA E DEL RESTO DEL GRUPPO CHE SIEDONO A QUELLO CHE AUTODEFINISCONO IMPROPRIAMENTE PRIMO TAVOLO?

NOI NON ABBIAMO LETTO ANCORA NESSUN COMUNICATO IN CUI I SINDACATI CONFEDERALI LAMENTINO LA PALESE INGIUSTIZIA VERSO I LAVORATORI DI CARISPEZIA.

ATTENDIAMO SPERANZOSI, MA AHIMÈ, POCO FIDUCIOSI…

Clicca QUI per leggere la lettera inviata alla Direzione dalla Delegazione di Gruppo di UNISIN FALCRI SILCEA

Download PDF
Con le parole chiave , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati